Last week we have take part at Forest for Fashion, in the beautiful town of Perugia. The main event was a catwalk with dresses, accessories and videos made by the students of Istituto Italiano Design. It’s a rare thing to see in fashion high quality ideas and technical solutions to make fabric from trees and even cork. Students surely worked hard, following all the making process, their inspirations of course came from nature but also from wood workers and forest workers garments, which was an original idea.

We had the opportunity to see – and touch – some textile samples: this kind of fabrics are really amazing, resistant, beautiful to see and they give a smooth sensation when you touch them. Fabrics made of cork in particular, “Tessughero”, also waterproof, produced by the portuguese company Granorte, are so ecologic, as a cork oak is harvested every 9 years, and the forests are on yearly, rotating harvest cycles.

We have found really interesting that an organisation like PEFC, that works on forest certification system to develop a sustainable forest management, met students and fashion world to grow together a more beautiful and sustainable world. A great message of wood, and of an event like this one, is that a right forest management can rigenerate ecosystems, create work and, as we saw in Perugia, express beauty.

Italiano in fondo

    

La settimana scorsa abbiamo avuto il piacere di partecipare a  Forest for Fashion, nella bella città di Perugia.  L’evento è stato ideato dall’Istituto Italiano Design e PEFC l’importante ente di certificazione del legno.  L’evento principale era una sfilata con vestiti, accessori e video realizzati dagli studenti dell’Istituto Italiano Design. E’ raro vedere nella moda idee di alta qualità e soluzioni tecniche per realizzare tessuti dagli alberi e addirittura dal sughero. Gli studenti hanno lavorato duramente, seguendo tutto il processo produttivo, le loro ispirazioni venivano ovviamente dalla natura, ma anche dall’abbigliamento di lavoratori del legno e delle foreste.

Abbiamo avuto l’opportunità di vedere – e toccare – alcuni campioni tessili: questo tipo di tessuti sono davvero strabilianti, resistenti, belli da vedere e danno una soffice sensazione al tatto. I tessuti realizzati in sughero, “Tessughero”, anche impermeabili, prodotti dall’azienda portoghese Granorte, sono così ecologici, perché perché le querce da sughero non vengono tagliate, ma solo scortecciate ogni 9 anni. 

Abbiamo trovato veramente interessante che un’organizzazione come PEFC, che si occupa del sistema di certificazione delle foreste per sviluppare una gestione forestale sostenibile, abbia incontrato studenti e mondo della moda per crescere insieme un mondo più bello e sostenibile. Un grande messaggio del legno, e di un evento come questo, è che una corretta gestione forestale possa rigenerare ecosistemi, creare lavoro e, come abbiamo visto a Perugia, esprimere bellezza e moda.

Photo credits: pictures 1, 2, 6 Simone Frabboni; pictures 3, 4, 5 Ivan Brini

Forest for Fashion, Perugia 2017