GRAFF + SK8 = MAGIC

(Italiano in fondo)

Today we tell you about a project made together with Susan Rich, artist from Venice Beach, California.
We share common passions without borders, like skateboarding and street art, and we have similar stories made of artistic research, handcraft and dedication.

venice-graffiti-jewelry

So it has been a true joy to collaborate and develop a jewel together, made of recycled wood from a skateboard of mines (from a Zeroskateboard deck) and Susan’s Venice Graffstone, real street art layers “stones” (below you can read more about this amazing material that Susan has saved and developed).
We took part at Gioiellodentro award 2018, Metamorfosi. Our project is a huge hip-hop style chain with a horse pendant, both made of recycled skateboard wood… transformed into a magic unicorn by a special graffiti horn, by Venice Graffstone.

The concept and the matter are deeply connected in this piece: recycled skateboard wood, a graffiti preciuos stone and the hip-hop style carry the magic of the street in this contemporary amulet.
And we are happy to tell that “GRAFF + SK8 = MAGIC” has just been awarded of prize for artistic merit.

graffiti-contemporary-jewelry upcycled-skateboard-jewels

VENICE GRAFFSTONE – THE STORY OF A SPECIAL MATERIAL

In 2006 Susan Rich discovered the unintentional manmade agate of graffiti paint tha

t was accumulating on Venice Art Walls, the most famous graffiti walls and one of the first places where this art began.
When the Venice Pavilion was demolished in 1999 the City of Los Angeles deemed all that paint to be waste and removed the fallen slab as well as the paint remaining on the other walls.
Susan Rich and other Venice locals fought for the art on the walls to be preserved.
They won: some walls were left and today these graffiti are a symbol of Venice all around the world. Then the paint on the Venice Art Walls had become so thick and heavy that an entire slab of it weighing several tons buckled under its own weight and peeled off.
Rich studied lapidary art and started working the fallen graffiti layers, giving them shapes and treatment to preserve them. Those same works of art exist today as the deepest layers of Venice Graffstone.
Susan Rich estimates that each piece of Venice Graffstone has several thousand pieces of art in it.
The amount of human energy in artistic intention in every piece is immeasurable.
Find out more about Susan Rich and Venice Graffstone on Blogtown.

venice-beach-graffstone

***

(Italiano)

Oggi vi raccontiamo di un progetto realizzato insieme a Susan Rich, artista di Venice Beach, California.
Condividiamo passioni senza confini, come lo skateboard e la street art, e abbiamo percorsi simili fatti di ricerca artistica, lavoro artigianale e dedizione.
Così è stata davvero una gioia progettare un gioiello insieme, realizzato con il legno riciclato da una mia tavola da skateboard (di Zeroskateboard) e dalle Venice Graffstone di Susan, pietre composte da strati di veri graffiti (sotto potete leggere di più su questo materiale fantastico che Susan ha salvato e sviluppato).
Abbiamo partecipato al concorso Metamorfosi di Gioiellodentro. 
Il nostro progetto è una grossa catena in stile hip-hop in legno di skateboard con un pendente a forma di cavallo…  trasformato in un magico unicorno da un corno speciale di graffiti di Venice Graffstone.
Il concept e la materia prima sono profondamente connessi in questo pezzo: legno di skateboard riciclato, una pietra preziosa di graffiti e lo stile hip-hop portano la magia della strada in questo amuleto contemporaneo.
E siamo felici di comunicare che il nostro “GRAFF + SK8 = MAGIC” ha appena vinto un premio per merito artistico.

concorso-gioiello-contemporaneo

VENICE GRAFFSTONE – LA STORIA DI UN MATERIALE SPECIALE

Nel 2006 Susan Rich ha scoperto la pietra realizzata inconsapevolemente in strati di graffiti, che si accumulava sui celebri Venice Art Walls, i più famosi murales e uno dei primi luoghi dove quest’arte è nata.
Quando il Venice Pavilion è stato demolito nel 1999 secondo il governo della città di Los Angeles le pitture erano rifiuti e i pezzi caduti andavano così come la pittura rimasta sui muri.
Susan Rich e altri abitanti di Venice hanno combattuto perché l’arte sui muri fosse preservata. 
Hanno vinto: alcuni muri sono stati lasciati e oggi quei graffiti sono un simbolo di Venice in tutto il mondo. Poi la pittura sul Venice Art Walls è diventata così spessa e pesante che intere scaglie di diverse tonnellate cadevano sotto il loro stesso peso.
Rich ha studiato arte lapidea e ha cominciato a lavorare gli strati di graffiti che si staccavano, dando loro fora e trattandoli per preservarli.
Oggi quegli stessi lavori artistici esistono tuttora negli strati profondi di Venice Graffstone.
Susan Rich stima che in ogni pietra Venice Graffstone si trovino diverse migliaia di pezzi. L’energia umana e l’intenzione artistica in ogni pezzo è incommensurabile.
Puoi approfondire su Susan Rich e Venice Graffstone su Blogtown

No Comments

Post A Comment